nuovo blog cianeln5.blogspot.com

21 Giu

è tanto tempo che non aggiorno questo blog…
anche perchè non mi trovate più qui .. ma QUA http://cianeln5.blogspot.com/

vi aspetto….

Annunci

Basta un sorriso

18 Mar

Questa e’ una riflessione socio-economica.. Siete avvertiti! Passeggiando per le viuzze del bel centro Di firenze, oggi beatamente baciate dal sole, ho capito che per far del bene alla propria città, basta un sorriso: partendo dal dato dei circa 11 milioni di turisti dell’anno scorso,calcolando una macchina fotografica ogni 5 persone, fanno per difetto circa 2.000.000 di possibili foto, se poi ci vuoi mettere che almeno un quinto dei turisti e’ nipponico, e quindi soffre di tendenza compulsiva allo scatto… Ne vien fuori che tu viandante di Firenze potresti essere protagonista inconsapevole di un numero incalcolabile di foto ricordo altrui.. Per finire, prendendo come assunto il fatto che una volta rientrati in patria, ogni nucleo familiare scarica le foto del viaggio e con cadenza semestrale le riguarda o le mostra ad amici per propria ed altrui ammirazione, ne consegue che tu inconsapevole cittadino fiorentino fruitore del centro storico, se nel preciso istante dello scatto fotografico hai sorriso , hai certamente contribuito a rendere la citta’ di Dante ancor piu accogliente e desiderabile agli occhi del turista e dei suoi conoscenti, lasciando in loro la voglia di tornare nel bel paese e nella splendida città che sorride ai viaggiatori… Non chiederti cosa la tua città fa per te, ma cosa tu puoi fare per lei: SORRIDI

Maciste – elogio alla slow life

21 Dic

è che quando un posto mi piace, mia piace..punto!
è che quando trovo un luogo che merita, desidero condividerlo.. e vedere l’effetto che fa sulle altre persone..
è che ogni tanto vengo assalita dalla voglia irrefrenabile di farvi partecipi anche dei miei ambienti del cuore..e Maciste è uno di questi:

Questo slideshow richiede JavaScript.


uno Wine bar all’insegna della SlowLife, un rifugio a metà tra la Francia bohemien e la NewYork degli artisti contemporanei, il tutto però rigorosamente toscano..anzi Empolese

quanto mi piace tornare al paesiello, quando l’appuntamento è da Maciste!!!!

Fiocco di Neve

17 Dic

Fiocco di Neve volteggia, Fiocco di Neve danza, Fiocco di Neve scintilla e leggiadro si adagia sulla mia spalla, morbido e candido sul cappotto di panno… Fiocco di Neve mi accompagna, presenza magica e garbata, e ormai ritemprato dal caldo tepore Fiocco di Neve mi abbandona, effimera certezza di un bianco Natale, si congeda e con la leggerezza con cui è sceso delicatamante si scioglie…

Storia di Zio Nat

10 Dic

gira voce che Babbo Natale se la sia squagliata,
gira voce che abbia aperto un sexshop in Sud Africa,
gira voce che abbia sostituito le renne con sciacalli e gli elfi con bionde coloni olandesi..
gira voce che si sia tagliato la lunga barba ed al posto della chioma bianca ora sfoggi dei gran bei dreadlocks..
gira voce.. e la voce si fa sempre più insistente.. che quest’anno non riceveremo regali, ma cartoline con su scritto: “

    …la Befana e’ transessuale – Zio Nat

A Christmas Carol

2 Dic

Il Natale è il momento che preferisco per immergermi nella memoria e imbattermi in ricordi che mi fanno tornare bambina.. la preparazione del presepe con la carta da pacchi maculata verde e marrone, il pandoro inzuppato nel latte la mattina a colazione, il salotto, nel buio della notte, illuminato dalle mille luci a intermittenza dell’albero di natale… non c’è posto per i brutti pensieri nell’album fotografico del Natale..si respira dolcezza, tutto è soffice e delicato… e con leggerezza la memoria lascia il posto alla malinconia

Tempo

14 Nov

Il tempo guarisce, il tempo mitiga, il tempo addolcisce… Per il momento il tempo mi rende malinconica, introspettiva e tremendamente triste.. Ma aspetto, il tempo mi verra’ in soccorso…

Trofie all’imbarazzo

26 Ott

qualche giorno fa, a cena a casa di amici, ho assistito ad una scena tanto epica quanto ordinaria…
il padrone di casa, tra un forchettata di trofie al pesto e l’altra, ha apostrofato una delle ospiti tacciandola di essere una mangiapane a tradimento, approfittatrice, arrivista.. tutto con un mezzo sorriso sulle labbra, ma con tono crescente ed immensamente imbarazzante..
gelo di un attimo, lei che sorride mordendosi la lingua, la fidanzata di lui che cerca di minimizzare..e stop tutti i commensali tornano a preferire il cibo a questa scena madre inaspettata…
non so perchè vi stia raccontando questa esperienza tanto triste, forse per condividere il seguente pensiero: ma perchè la maggior parte delle persone si sente in dovere o in obbligo di far pubblici i propri pensieri più sporchi, immorali, imbarazzanti? perchè costoro sentono la necessità di condividere le proprie personalissime sentenze di impiccagione magari durante una cena tra presunti amici? aspettassero almeno il dessert…

libri bianchi.. a parete

10 Ott

Lo scorso fine settimana passeggiando in Borgo del Tegolaio, siamo capitati in un laboratorio artistico suggestivo ed affascinante.. quanto l’elegante proprietario! libri come materia da modellare, glorificati su cornici e resi immortali da colla e vernice rigorosamente BIANCA, citazioni dotte o profane, comunque emozionanti
nella loro unicità:
c’è l’opera dedicata al lungo soggiorno a New York, un libro Flatiron Building che si staglia bianco su una cornice bianca, o quella intitolata a Montanelli, libro bianco su Olivetti rigorosamente bianca..o ancora la composizione dedicata al gioco del calcio, 22 chiodi bianchi su libro aperto e indovinate? bianco pure quello..
difficile descrivere l’intensità e la purezza delle opere, certamente da vedere e per chi se lo può permettere ..da acquistare!

Fateci un salto!

Questione di famiglia

7 Ott

avere una famiglia.. è pressocchè naturale per tutti,
ma, avere una famiglia composta da piu o meno 200 persone è, ne sono convinta, un regalo dal cielo

lo scorso fine settimana ho assistito alle scene più esilaranti ed allo stesso tempo dolci, affettuose, commoventi che la mia Vita Familiare ricordi: l’immensa famiglia del mio compagno si è stretta intorno alla figlia/sorella/cugina/nipote per festeggiare le di lei nozze!.. uno spettacolo, giuro… sono entusiasta!
nugoli di bambini, vestiti a festa, che ridevano, correvano, urlavano, salivano sugli alberi del giardino e non volevano più scendere (la sposa sale in auto per recarsi alla chiesa, “dov’è Mattia?” “Mattia??” “Oddio, Mattia è sull’albero” “Mattia scendi che la zia deve sposarsi!” “NO!” “Mattia scendiiiiiiiiiiiiii ti prego siamo in ritardo, la sposa deve partire” “NOOO!!!” “Aiuto, qualcuno tiri giù Mattia dall’alberooo!!!”..)
una coppia in crisi matrimoniale, l’altra in attesa di un bimbo che tarda ad arrivare, l’altra ancora a fare i conti con il licenziamento di lui, i nonni mezzi acciaccati ma con spirito combattivo e fiero, lo zio prete che deve celebrare la messa, le zie zittelle che dispensano consigli e perle di saggezza popolar-cattolica, in mezzo a tutto questo, orde di giovani cugini alle prese con la vita dentro e fuori l’Italia.. col sorriso sulle labbra..e la battuta sempre pronta;
ed io che con le lacrime agli occhi dalla commozione, li guardo con le spalle appoggiate ad una colonna e ringraziando per il posticino che mi hanno riservato nei loro cuori e nelle loro famiglie.. li raggiungo e mi tuffo nella loro allegria..