Archive | giugno, 2010

la scelta

23 Giu

Non so se vi è mai capitato..ma ieri ho avuto un’illuminazione..

Da una parentesi triste nella vita di due amici, ho trovato il mio nirvana…

Una coppia felice, una casa in ristrutturazione, un progetto di convivenza.. e lei che a questo punto si fa forza e molla tutto, perché non è quello che vuole, non è il futuro che desidera, non le appartiene..

Scelta dolorosa, meditata ma allo stesso tempo quasi impertinente nella sua  ponderata istintività..

Potrà sembrare bizzarro.. al limite della psicoanalisi.. ma in questa sua scelta io ho visto la luce..

La via di uscita che tutti abbiamo, la strada che tutti possiamo imboccare per riappropriarci della nostra vita.. il potere di scelta.

Il salvagente che, lo sappiamo ma molto spesso dimentichiamo, è li per noi…col nostro nome scritto sopra.. ed a cui possiamo aggrapparci per farci trascinare lontano, a riva, in salvo.. non senza dolore, non senza incertezze.. ma certamente con determinazione..

Mi ha ricordato che la vita è quella che noi ci scegliamo, che le decisioni prese fanno di noi quello che siamo ma che per fortuna o per merito abbiamo sempre SCELTA!

Il Profumo delle Campanule

21 Giu
 

Ieri pomeriggio, stordita dal torpore fisico e mentale che mi ha assalito, causa tempo inclemente…

Mi sono  rifugiata nel mondo fantastico della televisione… e scanalando con noia e superficilaità.. mi sono imbattuta ne Il profumo delle Campanule, film inglese di regista a me ignoto, saga di due famiglie lontane per ceto e tradizioni, ma accomunate dall’amore per un castello, proprietà dell’una (agiata e originale famiglia di nobili inglesi) e residenza dell’altra (povero, orgoglioso, eccentrico nucleo famigliare quasi tutto al femminile).. la storia si snoda tra intrecci amorosi, introspezioni domestiche, labirinti di sentimenti, nella ricerca spasmodica di equilibrio tra mondo femminile e maschile, tra arte e cultura, tra stravaganza e tranquillità interiore..

La voce narrante appartiene ad una delle due figlie della povera e insolita famiglia di custodi,: giovane, timida, orgogliosa, diretta, spontanea, intelligente, arguta ragazzina che annota vicende e sentimenti sul suo diario.. dal quale scaturirà la saga della famiglia e l’epilogo che la consacrerà donna per eccellenza!

Mi sono letteralmente innamorata di questo film e della protagonista,

adoro le figure femminili dolci e forti, acute, sagaci ma allo stesso tempo capaci di emozioni e sentimenti puri, magari a prima vista timide ma con cuore sincero e anima libera

donne che con la loro dolcezza e solidità…tengono in piedi il mondo!

Pistoia – piccolo borgo antico glam e frizzante

20 Giu
ieri serata tra amici in quel di Pistoia.. 

personalmente sottovalutata.. ma fortunatamente riscoperta!
splendida la piazza del Duomo… pulita, decorosa, affascinante e ben illuminata
frizzante il centro, pieno di locali arredati con gusto, moderni, con tavolini in strada pieni di ragazzi e ragazze sia all’ora dell’aperitivo che cena e dopo cena!
gentili ed effervescenti i ristoratori, giovani e pieni di idee..
Pistoia sembra una vivace cittadina di mare.. ma senza il mare!
stavolta siamo stati a cena al bistrot della Bottegaia, stessa proprietà dell’Osteria Bottegaia (ottima ed elegante) ma locale più giovane, meno impegnativo in ogni caso qualitativamente eccellente;
abbiamo optato per crostoni e Hamburger al piatto, ottima la carne proveniente da una famosa macelleria della città, con maionese e ketchup home made..  
buona la birra artigianale..
e..last but not list.. incredibilmente simpatico e bizzarro il proprietario! ha intrattenuto i presenti (pochi tavoli..circa 12 persone in tutto) con particolareggiate e stravaganti descrizioni dei segni zodiacali di ogni cliente con relative caratteristiche astrali e possibili relazioni con altri segni…al termine della serata si è anche rivelato un eccentrico ballerino..decisamente un originale intrattenitore! 
rientro ore 2.00 del mattino…direi che ci siamo divertiti!

sarà…

17 Giu
sarà il tempo..
sarà la luna nuova…
sarà che son fatta così..
da sempre in cerca
da sempre inquieta
da sempre irrequieta…
sarà….
e per mia fortuna sarà così sempre
 
 

Sex and The City docet

15 Giu
Anima Gemella
 
"..e tu.. basti a te stessa?"
"..oggi come oggi anche troppo.."

qui non arrivano gli angeli

9 Giu

ieri se n’è andata una persona, una donna, una mamma, una collega di lavoro.. adesso – immagino – un angelo

Quello che si prova
non si può spiegare qui
hai una sorpresa
che neanche te lo immagini
dietro non si torna
non si può tornare giù
Quando ormai si vola
non si può cadere più….
Vedi tetti e case
e grandi le periferie
E vedi quante cose
sono solo "fesserie"…
E da qui….e da qui…
…qui non arrivano gli angeli
con le lucciole e le cicale..
E da qui….e da qui….
"non le vedi più quelle estati lì"
"quelle estati lì"

Qui è logico
cambiare mille volte idea
ed è facile
sentirsi da buttare via!!
Qui non hai "la scusa"
che ti può tenere su
Qui la notte è buia
e ci sei soltanto tu
Vivi in bilico
e fumi le tue Lucky Strike
e ti rendi conto
di quanto le maledirai…..

E da qui….e da qui…
qui non arrivano "gli ordini"…
a insegnarti la strada buona…
E da qui….e da qui….
QUI NON ARRIVANO GLI ANGELI!

Inno alla tranquillità

7 Giu
Mare, sole, sabbia dorata, cielo limpido, brezza leggera…
Urla, suonerie, racchette, palle, palline e palloni da schivare…
 
come possano queste realtà così diverse coesistere e persistere in un’unica spiaggia è un mistero tutto italiano…
 
un enigma che io non ho ne la voglia ne tanto meno la forza di studiare.. ed è per questo che ieri dopo poche ore di "follia estiva" mi sono rifugiata nella tranquillità della sempre splendida Cala Violina – parco naturale – idillio a cui si accede solo a piedi, solo a numero chiuso e solo dopo 1,5 km di camminata nel bosco!
che soddisfazione, poter contare su un paradiso del genere anche in Italia!…
 
ps: siete pregati di NON spargere la voce..PLEASE!!!!
 

l’insostenibile leggerezza della… libertà

3 Giu
sì, libertà… la sensazione di poter gestire la propria vita e riempirla di brevi ma fondamentali istanti di autonomia..
profumo di indipendenza insomma… che non vuol necessariamente essere isolamento, ma che può voler dire leggere un libro sulle scalinate di Piazza Signoria estraniandosi dal mondo, o passeggare sul lungarno senza una meta, o meglio ancora decidere di farsi una nuotata in piscina alle 10 di mattina per scaricare la tensione della settimana lavorativa.. dedicare 1 ora a se stessi e solamente a se stessi, per poi potersi sentire persone migliori anche con gli altri..
e "riconoscere" che basta così poco per riappropriarsi della propria dimensione interiore.. è sempre una piacevole scoperta!
 
ps: ho nuotato per 35 minuti nella splendida piscina della Virgin Active, che nonostante fosse strapiena di gente, si è rivelata un’ottima struttura sportiva
DA RIPETERE